Al meel dal slungòun
Si dice di chi si allunga per copiare o sbirciare.              (Adelmo)

Aver na fâm da magnêr i s’ciavaroo dal scrani.
Avere tanta fame da mangiare i pioli delle sedie. (Tantissima fame)

A-t’dagh un s’ciafòun ca pèra ca-s-sèra un putòun.
Ti do un ceffone che sembra si chiuda il portone.   Esageratamente forte

A gh’è na miseria ca siga perfin ‘aria
C’è una povertà (miseria) che piange perfino l’aria. In questo periodo di CRISI mi pare AZZECCATA!!

At salùt dimòndi e sta ateinti  d’a-n- catêret con un in cà e duu  cajòun chi  batn-a la porta.
Ti saluto tanto, e stai attenta a non trovarti con uno in casa e due coglioni che bussano alla porta.

Al cgnùss come l’mee bisàchi
Lo conosco come le mie tasche
Significa, che lo conosco molto bene

Al gà la cìùca
Ha la balla, è quasi ubriaco.
Si dice a chi è mezzo ubriaco. Perché chi è veramente ubriaco si dice:
L’è imbarieegh = È ubriaco

Al fa al fìcch
Fa il germoglio tipico delle patate. Indica far aspettare molto, chi impiega molto tempo a fare delle cose, si dice a chi è molto lento

Al fà un romanz a tre puntedi
Fa un romanzo a tre puntate.
Vien detto a coloro che si soffermano molto e con polemica su svariate cose.
Genitori ai figli, datori di lavoro agli operai, mariti con le mogli, o, mogli con i mariti.

Al s’lamèinta dal brod grâs
Si lamenta del buon brodo.
Riferito a quelle persone che pur avendo una buona posizione, si lamentano in continuazione.
Il brodo grasso un tempo era una prelibatezza, non tutti avevano la fortuna di gustare,coloro che si lamentavano erano ingrati.

Agh’suda la lìngua in bòca
Gli suda la lingua in bocca.
Si dice a coloro che non vogliono sapere di lavorare.

Al s’grata la pansa tùtt’al dè.
Sì gratta la pancia tutto il giorno.
Si dice a coloro che fan nulla tutto il giorno.

Al  lavôr dla festa, al và fora dala fnèstra.
Il lavoro della festa va fuori dalla finestra.
Il lavoro festivo viene eseguito mal volentieri in quanto è giorno di riposo, quindi un lavoro con scarso risultato.

Anch al pùlghi a-gh’vin la tòss.
Anche alle pulci vien da tossire.
Si dice di persone molto composte che si scompongono, si arrabbiano, inveiscono.            Marisa

Al gà na testa ch’a-n la magna gnan i sòrègh.
Ha un testa che non la mangiano nemmeno i topi.
Si dice di chi ha pochissima intelligenza,che non capisce niente.

Al ne vèdd gnan n’èsen in un pree sghee.
Non vede nemmeno un asino in un prato falciato.
Si dice a chi non trova le cose o non le vede, neanche se sono sotto il naso.

A-n’magnêr mia al corp al patìss,
ma nascèr cajòun mai più s’gurìss.

Se non si mangia il corpo soffre,
ma nascere coglioni non si guarisce.         Renzo

Al pan dal padròun al gh’à sèt gròsti
Indica la fatica nel lavorare sotto padroni      Francesco

A se gh vèd come in dal cul a ‘na toka (tacchina)
Quando non ci si vede… anche per nebbia

Al gh’è da tès come la còdga al gràs
E’ vicino dalla cotenna al grasso. Di cosa molto vicina.

Al dìgh a te fiòla, perchè te capiss, tè nora!!
Quando qualcosa non andava, lo si diceva alla figlia in modo che la nuora capisse che era riferito a lei.

As fa per dir
Si fa per dire

A-ne’ mia boun un capèel per na sol’aqua
Indica che è una cosa che si può utilizzare più volte, senza gettarlo via.

As pol ligheer bòca ai saack, ma mìnga ala gint.
Dicesi aver diritto alla parola e alla propria opinione.

Al  sgnor al magna quand al vol…al puvrètt quand al gh’n’à.. 
Il ricco mangia quando vuole , il poveraccio quando ne ha.

A che ora t’ciamia?
Una persona non è arrivata a capire una certa cosa o situazione e con queste parole le si dà una specie di “Sveglia.

“Al gà la lova”
La lova era proprio la fame da lupi che questi avevano d’inverno, quando avevano scarsità di selvaggina.

Al per l’umacin dal lùstèr Brill
di persona piccola pettinata col ciuffo.

A sun cuntein come cagher a let…
Sono contento come aver defecato a letto….situazione molto difficile.

A pera cal se sia caghee a dos
Sembra che si sia fatto tutto addosso… si dice a persone che camminano male.

A-n t’à da gnir al caghètt.
Che ti venga la diarrea….è un malaugurio.

A sun cuntèint come èssrem caghee a dos….
Sono felice come essermi fatto tutto addosso… di persona delusa.

A sun cuntèint come aver caghee a let
Sono felice come aver defecato  nel letto… di persona molto delusa……scontenta.

Al ne tin gnan la pìsa….
Non riesce a trattenere l’orina….si dice di persona che non sa tenere segreti.

Al scurèza come un mùll…
Scorreggia come un mulo….si dice a persona che lo fa frequantemente.

A me gnu la nona
Mi è venuto da spigozzare.

Al chega sutiil….
va poco di corpo… si dice a coloro che non hanno possibilità di sfamarsi.

Al patìss faam…
Di chi non ha a che sfamarsi

Al catuèin….
portamonete a forma di luna

Al patìss faam…
Di chi non ha a che sfamarsi…